Professione Chinesiologa: Legge e Norma UNI

 

 

UNI è l’Ente Nazionale Italiano di Unificazione riconosciuta dallo Stato e dall’Unione Europea.

Le norme UNI nascono con il fine di qualificare una professione definendo i principi e i criteri generali che la disciplinano.

 

Norma numero : UNI 11475/2017 (sostituisce la uni 11475/2013)

Titolo : Attività professionali non regolamentate – Figure professionali operanti nell’ambito della chinesiologia – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza

Data entrata in vigore : 26 ottobre 2017

Sommario : La norma definisce i requisiti relativi all’attività professionale del Chinesiologo Professionista, Tecnico Chinesiologo, Assistente Tecnico Chinesiologo e Operatore Chinesiologico, ossia le figure professionali che operano nell’ambito del movimento umano attivo razionale finalizzato, per il miglioramento del benessere della persona in conformità al Quadro Europeo delle Qualifiche (European Qualifications Framework ‐ EQF) Vai al Sito

 


 

 

La Chinesiologa utilizza l’esercizio fisico per il miglioramento del benessere psicofisico della persona, anche in condizione di disabilità, e/o all’ottenimento di un’adeguata preparazione atletica e sportiva.


 

La Chinesiologa Professionista è diplomata ISEF o Laureata in Scienze Motorie. Esercita la sua professione in totale autonomia e svolge anche la funzione di supervisione, coordinamento e controllo delle altre figure profesionali che operano in questo ambito (operatore chinesiologico, tecnico chinesiologico entrambi NON laureati)

 


 

La chinesiologia viene indicata nella norma come la disciplina scientifica che studia il movimento umano razionale nelle sue diverse aree: intellettivo-cognitiva, affettivo-emotiva, fisico-motoria e sociale-relazionale.

Risulta quindi necessaria la conoscenza delle componenti del movimento (in greco “kinesis”) umano

  • l’apparato muscolo scheletrico
  • il metabolismo (fornitore di energia necessaria all’attività motoria)
  • gli equilibri energetici
  • il sistema nervoso
  • la componente psicologica.

 


 

Elaborata dalla commissione tecnica Attività Professionali Non Regolamentate, la norma UNI 11475 rappresenta per il cliente la migliore garanzia dell’effettiva competenza del professionista e per l’operatore qualificato la possibilità di porsi sul mercato con l’indiscutibile riconoscimento delle proprie competenze.