Consapevolezza Corporea©

E’ una lezione di ginnastica posturale impostata sull’ascolto attento del corp ed è alla portata di tutti i livelli di esperienza fisica. Si svolge in gruppo o individualmente e mira a sviluppare una presa di coscienza del corpo tale da riorganizzare gli schemi motori, posturali e mentali fin dalla radice della loro organizzazione neurologica innata.

Effetti favorevoli sulla postura

Si ottiene una limitazione o addirittura un’eliminazione degli schemi di compenso dovuti a:

  • posture scorrette
  • infortuni
  • cicatrizzazioni di interventi chirurgici

Si risolvono dolori di:

  • cervicale
  • dorsale
  • lombare
  • spalle
  • ginocchia
  • caviglie

Prevenzione degli infortuni e dell’invecchiamento precoce:

Con l’esecuzione costante degli esercizi si ottiene un miglioramento muscolare in termini di tonificazione ed elasticità, condizioni alle base della prevenzione dei dolori e degli infortuni da fragilità ossea come l’osteoporosi.

Effetti favorevoli sulla psiche

Secondo gli studi scientifici di Bessel Van Der Kolk, il corpo incarna il trauma e per elaborarlo serve, in abbinamento alle terapie tradizionali, resettare le informazioni biologiche e sensoriali. Bisogna ritrovare il proprio copro per ritrovare se stessi (B.V.D.Kolk). La lezione di Consapevolezza Corporea© conduce la persona in questa direzione.

Daniel J. Siegel descrive come fondamentale per il nostro equilibrio psicofisico l‘integrazione mente-corpo nella consapevolezza di essere nel tempo presente. Mindfullness: deliberata e non giudicante attenzione al momento presente. Condizione ricreata anche all’interno delle lezioni che strutturo di Consapevolezza Corporea©: ascoltare senza giudicare informazioni e sensazioni che arrivano dal corpo interrompendo il condizionamento degli schemi compansativi post traumatici. Si spegne il pilota automatico che si inserisce al di là della nostra volontà.

Metodo

Si eseguono sequenze di esercizi molto lentamente e con la massima presenza mentale. Ridurre al minimo la velocità è requisito fondamentale per ricreare  l’automatismo posturale e di movimento corretto. Il corpo non apprende qualcosa di nuova ma torna ad utilizzare gli schemi iscritti nelnostro DNA.

Nell’eseguire lentamente gli esercizi la persona riesce ad avvertire i segnali del corpo ed io l’aiuto a comprenderli, interpretarli. Così facendo si destrutturano le impostazioni posturali e propiocettive alterate, emergono quelle corrette e la ripetizione dello stesso esercizio fissa gli schemi innati dimenticati.

Conoscere per Capire – Praticare per Cambiare